Scegli la tua lingua :
Adesso ti trovi qui:
Home / Consigli / Consigli sicurezza / Rischi naturali / Eruzioni Vulcaniche
/ Mi sono perso!

Eruzioni Vulcaniche

Breve descrizione

Cosa sono le eruzioni vulcaniche?

  • Benché la maggior parte dei vulcani sia "dormiente", al giorno d'oggi sulla terra si contano all'incirca 1 500 vulcani potenzialmente attivi. Fra questi, alcuni dei più visitati si trovano in Italia (Etna, Vulcano, Stromboli), in Indonesia (Monte Bromo, Gede, Papandayan, Semeru e Kawah Ijen), in Giappone (Monte Sakurajima e Unzen), alle Hawaii (Kilauea e Mauna Loa) e in Tanzania (Kilimanjaro, Oldoinyo Lengai e Meru).
  • L'attività vulcanica può verificarsi in diverse forme, quali colate di lava e/o violente esplosioni, che possono provocare l'espulsione di ceneri, rocce, o gas velenosi per centinaia di metri. Le eruzioni vulcaniche spesso sono accompagnate da altri disastri naturali quali terremoti, caduta di massi e frane, fango, inondazioni improvvise, piogge acide, incendi ed anche tsunami. Quindi quando si prepara un soggiorno in un'area vulcanica bisogna considerarsi a rischio.
  • Misure di prevenzione

  • Se ci si reca in un'area vulcanica particolarmente attiva, è opportuno informarsi sui segnali di allerta predisposti dalle autorità locali e le eventuali istruzioni da seguire in caso di eruzione. E' importante inoltre tenersi pronti a lasciare la propria sistemazione in qualunque momento. Si raccomanda infine di portare con sé un paio di occhiali protettivi ed una maschera per la respirazione.
  • Come comportarsi

    Durante un'eruzione vulcanica

  • Prima di tutto è importante cercare di mantenere la calma. Controllare i media locali e tenersi pronti a lasciare il luogo in cui ci si trova in caso si riceva l'ordine di evacuazione.
  • Nel caso in cui l'evacuazione sia impossibile o non necessaria, rifugiarsi all'interno dell'edificio in cui ci si trova e coprirsi la testa. Cercare di evitare le zone sottovento e le valli che si trovano sotto il vulcano. Spegnere l'aria condizionata e tutti gli altri sistemi di areazione (ventole, camini...). Indossare un paio di occhiali protettivi, una maschera che protegga dalle ceneri (se non si dispone di una maschera utilizzare una sciarpa) ed indumenti che coprano anche braccia e gambe. Le ceneri possono essere molto irritanti per la pelle e le vie respiratorie. Tenersi inoltre lontani dalle colate di fango e guardare attentamente a monte prima di attraversare una valle o un ponte. Se possibile, non guidare attraverso la cenere; in caso non non vi sia scelta tenere la velocità al di sotto dei 55 km orari.
  • Dopo un'eruzione vulcanica

  • Controllare l'evoluzione della situazione sui media locali e seguire le eventuali istruzioni. Prestare assistenza alle persone ferite durante l'eruzione.
  • Controllare inoltre che non vi siano perdite di gas. Nel caso si senta odore di gas, aprire le finestre e lasciare il luogo in cui ci si trova. Se possibile, chiudere il gas e chiamare un tecnico. Controllare l'impianto elettrico. Nel caso si notino scintille, fili strappati o si senta odore di bruciato, staccare l'elettricità e chiedere aiuto a un tecnico. Controllare infine che non vi siano danni ai tubi dell'acqua ed alle fognature. Nel caso si sospettino danni, non usare il bagno, non bere acqua del rubinetto e chiamare un idraulico. Pulire il tetto dell'edificio dalle ceneri per evitare rischi di crollo.
  • Forum Eruzioni Vulcaniche

    Le ultime discussioni del forum

    Informazioni utili